Spedizione gratuita per ordini superiori a 100 €
0

L’onorificenza di Isabella la Cattolica alla nostra attività

onorificenzaolasagasti 08 11 2016 / Eventi

Come potete aver visto sulla nostra pagina Facebook, la settimana scorsa la famiglia Orlando-Olasagasti  ha passato dei giorni speciali.

La nostra impresa familiare, nella figura del ‘nonno’ Ignazio, della seconda generazione di conservieri, ha ricevuto l’Onorificenza di Isabella la Cattolica da parte dell’ambasciatore spagnolo in Italia per aver creato impresa e lavoro in Spagna.

olasagasti.it

Siamo ormai alla quarta generazione, da quando il nonno Salvatore è partito dalla Sicilia, portando con sè la cultura della salagione siciliana, verso le regioni pescose del Cantabrico.

Di qui è partita la nostra avventura, che si è articolata nella conservazione di acciughe, tonni, sgombri, per poi aprirsi al pomodoro; sempre accompagnata da grande passione e cura della qualità.

Grande passione che si è trasmessa visceralmente da padre a figlio: il nostro papà-nonno Ignazio, figlio di Salvatore, ha mantenuto l’attività nel settore ittico, ammodernando uno degli stabilimenti già dislocati in Spagna dal padre, secondo le più moderne tecnologie, e mantenendo vivace lo sviluppo nel mercato italiano.

atto-ufficiale

E’ così che Ignazio, nato in Spagna da papà siciliano e mamma basca, cittadino italiano perchè ormai da cinquant’anni trasferito in Italia e sposato con una donna italiana, è stato invitato dall’Ambasciatore Spagnolo a Roma, Javier Elorza Cavengt, a ricevere questa particolare onorificenza, la Encomienda di Isabella la Cattolica, per il ‘movimento’ di merci, persone ed economia creato in Spagna per opera sua, italiano.

ignazio

Movimento, che nella nostra famiglia è quasi un motto: mai fermi.

I corsi e ricorsi si ripetono, spesso vichianamente con le stesse modalità, e sono continui tra Spagna e Italia; con movimentazioni di famiglie, per incontrarsi, e di prodotti, per commerciare, lungo questa tratta.

E ancora, basta un’occasione speciale come questa, per trovare un motivo per riunirsi anche da sedi lontanissime: tre nipoti, quarta generazione, Luigi, Maite e Lorenzo sono arrivati rispettivamente da Madrid, Milano e Parigi, dove due lavorano e il terzo studia; io, e buona parte della famiglia compreso il nonno, da Genova, Matteo, che dirige lo stabilimento in Spagna, da San Sebastian.

onorificenza-allambasciata2

Tutti quanti i figli di Ignazio con le nostre famiglie siamo stati così ricevuti con grande accoglienza da Javier Elorza e sua moglie Ana, riuniti alla presenza del consigliere Juan Claudio che ha ufficializzato l’atto di consegna della croce e partecipato al pranzo offerto successivamente nell’elegante sala.

salapranzo

onorificenza-allambasciata

E’ stata un’occasione dunque per riunirsi, per conoscere, e… per non stare mai fermi; nei giorni precedenti l’invito abbiamo esplorato squarci di Roma barocca nelle sue chiese e piazze, squarci di Roma antica e paleocristiana, partecipato alla preghiera dell’Angelus, mangiato in locali tipici al di qua e al di la del Tevere, alla ricerca dei sapori autentici della città eterna. I bambini, ogni tanto, nei momenti di stanchezza per il troppo visitare, dicevano di aspettare con curiosità il giorno dell’invito all’ambasciata. E quel giorno sono stati fieri e felici per il nonno.

bambiniolasagasti

E noi, più grandicelli, abbiamo avuto la prova di una convinzione: la fatica, mossa dalla passione per quello che si fa,  porta i suoi frutti e viene prima o poi premiata.

Approfitto per ringraziare di cuore per le dimostrazioni di affetto ricevute in questa settimana!

Pilar, terza generazione.

onorificenzadiisabellalacattolica

 

Lascia un commento

*