Spedizione gratuita per ordini superiori a 100 €
0

Star bene all’Olasagasti’way: una gita nelle Alpi Cuneesi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA 12 08 2016 / curiosità Tags: , ,

A noi della famiglia Olasagasti piace star bene conducendo una vita sana, attiva, possibilmente con la pratica di qualche esercizio fisico quotidiano, ritagliato tra gli impegni di lavoro e famigliari.

Poi, quando si può, ci piace organizzare delle attività a contatto con la natura, che siano al mare o in montagna.

Solo in questi scenari si può godere appieno di uno stacco mentale dai ritmi stressanti della città, e rigenerare le cellule respirando aria buona.

Il tutto va accompagnato sempre da un’alimentazione sana ed equilibrata, tarata sugli sforzi da compiere.

olasagasti - star bene mangiar bene

Non c’è come il periodo estivo per poter spaziare con uscite in mare aperto su qualsiasi tipo di natante, che sia la canoa, la barca o il surf, o risalire le montagne per godersi panorami mozzafiato immersi in un’aria tersa e fresca!

olasagasti - star bene mangiar bene

Vi raccontiamo qui di seguito allora una delle nostre ultime uscite: una gita in montagna nelle alpi cuneesi, per lo più percorsa lungo vecchie rotabili e mulattiere ex-militari, che consente in una sola giornata di attraversare il cuore del Parco delle Alpi Marittime.

olasagasti - star bene mangiar bene
olasagasti - gita al rifugio questa

Il nostro percorso: Dal posteggio di Terme di Valdieri (1368m) parte una strada carrozzabile chiusa al traffico che in un’ora circa conduce al Piano del Valasco, dove si trova l’ex palazzina reale dei Savoia.
Di qui continua diventando poi mulattiera fino a quota 2000 circa dove, presso un vecchio larice dalla punta mozzata, si diparte un sentiero che porta al rifugio Questa e al Lago delle Portette (3 ore dal posteggio, segnavia bianchi e rossi).
Dal larice è possibile anche continuare sulla mulattiera e raggiungere il rifugio Questa e il Lago delle Portette  più dolcemente passando per il lago di Valscura (4 ore dal posteggio in questo caso).

olasagasti - gita al rifugio questa

La giornata era perfetta: cielo terso.

Un panorama mozzafiato ci ha accolto con un susseguirsi di laghi di un blu profondissimo (dal rifugio è possibile poi fare un anello che ne tocca altri) . Distesi i muscoli dopo la risalita, ci siamo finalmente rifocillati. Ovviamente, in montagna si porta solo l’indispensabile, e, per la nostra alimentazione, non potevano mancare le proteine ricche di acidi grassi essenziali del tonno pinna gialla Olasagasti: quando fai attività fisica, per tutti i pasti!

 

olasagasti - star bene mangiar bene
olasagasti - star bene

 

Si poteva dormire al rifugio, ma noi abbiamo preferito mettere le tende nei pressi del Lago del Claus, in un pianoro che sembra fatto apposta, per rimanere in pieno contatto con questa natura straripante. Camosci e stambecchi ci hanno infatti osservato con curiosità, e poi, la musica delle numerose cascate intorno!

olasagasti - gita al rifugio questa


Se sei conquistato anche tu da questi ambienti e vuoi  pianificare la tua gita nei minimi dettagli, ti consiglio di consultare questo link, il percorso è descritto alla perfezione, con sviluppo dei dislivelli e riferimenti alle carte . vai! >>

Alla prossima uscita.

Pilar, Olasagasti’s family

Lascia un commento

*