Spedizione gratuita per ordini superiori a 100 €
0

Il porto di Genova, cuore dell’attività di Olasagasti e Orlando

img_5883 05 07 2017 / curiosità

Il cuore è l’organo da cui è garantita la vita, la pompa che pulsa la linfa vitale fino alle estremità; il cuore dell’attività Olasagasti-Orlando si trova a Genova, città-porto sul Mediterraneo che per secoli è stata punto di riferimento di importanti scambi commerciali.

E’ per questa posizione strategica, che a metà circa del secolo scorso, Salvatore Orlando dalla Spagna mandò due dei suoi figli,  Salvatore jr e Ignazio, che ne ha qui proseguito l’attività, per intessere legami commerciali e creare nuove reti di vendita e di veicolazione di merci.

olasagasti.it

Un po’ di storia

Attivo fin dal V secolo a.C., al centro dei traffici nel mondo antico e nel corso del Medioevo, il  primato del Porto di Genova si accentuò e si consolidò con la nascita del Comune nell’epoca delle crociate e, successivamente, nel ‘500 e ‘600, il cosiddetto ‘secolo dei Genovesi’.

Lo sviluppo delle attività portuali crebbe a grande velocità fino al XVI secolo, quando con la scoperta dell’America i traffici subirono una deviazione verso l’Atlantico.

A fine Ottocento e inizio del XIX secolo e successivamente , con i rilevanti ampliamenti nel 1919 e nel 1945, seguì un nuovo periodo di espansione marittima.

olasagasti.it

Oggi

Negli ultimi decenni i traffici portuali si sono spostati più nel Ponente cittadino e la vecchia area di scambi è rimasta di fatto inutilizzata, fino a che la ristrutturazione del 1992 con nuova destinazione , ad uso ludico-culturale-ricreativo, in occasione delle celebrazioni colombiane, ha restituito fisicamente e idealmente questa area alla città , restituendole un ruolo trainante e centrale per la città stessa.

Il Porto Antico di Genova è una piacevolissima area dove passare il proprio tempo libero, offrendo ai visitatori ampie possibilità di scelta.

Oggi le sue calate, che si susseguono senza soluzione di continuità, pur assumendo nomi diversi, fanno dell’Area del Porto Antico, una vastissima area affacciata sul mare in cui hanno sede oltre all’acquario, numerosi punti di interesse artistico, museale, turistico, fieristico e di divertimento, su una superficie di oltre 230.000 metri quadrati.

Cosa trovi

olasagasti.it

Accanto alle zone restituite rimangono ancora alcune calate, come ponte Parodi, per il quale è rimasto da anni nei cassetti un progetto di riconversione, dove si può ancora ritrovare il lavoro di un tempo, ma dedicate ancora al lavoro di oggi, come quello dei rimorchiatori, e allo studio dei navigatori di domani, con la presenza dell’Istituto Nautico. In mezzo a questo fascino di storie e intrecci  sovrapposte nei secoli perchè non ‘stappare’ una prelibatezza Olasagasti? Autentico sapore di mare !

olasagasti.it

Alla prossima, Pilar

Lascia un commento

*